Pistola Mamelouk a pietra focaia

Modello: S370
518,03 €
  • Solo online
518,03 €
Maggiori informazioni

Una delle pistole in dotazione allo squadrone di Mamelucchi, fedeli combattenti facenti parte della Guardia Imperiale di Napoleone.

Iniziò tutto durante la Campagna d’Egitto, nel 1799, quando i reggimenti a cavallo di Mamelucchi che combattevano in difesa del re di quella nazione, destarono curiosità e ammirazione per il loro coraggio e per la loro organizzazione militare.

Napoleone Bonaparte decise così di inserire tali cavalieri nella sua armata creando, nel 1802, il primo squadrone di Mamelucchi della Repubblica al comando del generale Jacques François de Menou.

L’arma è presentata dalla Davide Pedersoli è quella da fonda, con canna tonda in calibro 14,5 mm e lunga 194 mm e caratterizzata, in zona di culatta, da cinque facce squadrate di cui una, quella superiore, prosegue, rastremandosi, fino al mirino.

Sulla faccia superiore è riportata la scritta Ent.se Boutet. Sull’acciarino, su due righe, è presente, la scritta M.RE IMP.LE / DE VERSAILLES.

Il paragrilletto, la coccia e le rondelle delle viti di tenuta dell’acciarino sono realizzate in ottone; sulla coccia è avvitata una vite con anello porta correggiolo in ferro; la bacchetta di caricamento è in ferro con calcatoio in ottone.


Indicato per: Rievocazione StoricaRievocazione Storica
Libera Vendita
020S370145
14,5 mm

Anno Arma: 1802-1813

Carica: Avancarica

Accensione: Pietra

Allegato: Scarica esploso

Lunghezza Canna in mm: 194,00

Lunghezza canna in pollici: 7 5/8

Lunghezza Totale mm: 330,00

Lunghezza Totale pollici: 13

Peso in kg: 0,710

Peso in libbre: 1.61

Codice Palle: 036U520541

Famiglia Listino: S.370

Classificazione: NON PREV

Condizioni per il ritiro di un'arma a licenza o in Libera vendita

L’arma dovrà obbligatoriamente essere ritirata presso un’armeria convenzionata (elenco completo delle armerie) e al momento del ritiro andrà esibito il titolo (porto d’armi o nulla osta all’acquisto o documento d'identità in caso di arma in libera vendita) in originale in corso di validità; in caso di licenza di porto di fucile uso caccia, si dovrà esibire anche la quietanza di pagamento delle tasse di concessione governativa dell’anno in corso.

Nel caso in cui il titolo presentato in armeria non corrispondesse a quello caricato al momento dell'ordine o il titolo caricato risultasse falso o scaduto o sospeso oppure revocato, l'arma non potrà essere consegnata al cliente, il quale verrà rimborsato dell’importo a suo tempo corrisposto come prezzo, decurtando la somma di €100,00 (Euro 100,00) quale rimborso onnicomprensivo a copertura delle spese di spedizione (trasporto speciale per armi), spese bancarie e disbrigo pratiche autorizzatorie (autorizzazioni amministrative di pubblica sicurezza per invio e ritorno dell’arma da/presso il produttore).

Il rimborso sarà effettuato a mezzo bonifico bancario entro 3-5 giorni lavorativi dal momento in cui il prodotto oggetto della restituzione abbia raggiunto il nostro centro logistico. La restituzione dell’arma sarà effettuata dall’armeria che ne curerà il trasporto presso la nostra sede.

Condizioni per effettuare l’ordine di acquisto di un'arma a licenza. (NON IN LIBERA VENDITA)

L’ordine va effettuato se si è titolari di un porto d’armi o nulla osta all’acquisto in corso di validità; nel caso di licenza di porto di fucile uso caccia, è necessario che siano state pagate le tasse di concessione governativa per l’anno in corso. Si consiglia di non effettuare l’ordine, se il titolo (porto d’armi o nulla osta all’acquisto) non presenta almeno 30 giorni di validità.

Al momento dell'ordine, il sistema vi chiederà di caricare copia digitale del vostro titolo in un'apposita sezione. In caso di allegazione di documenti privi dei requisiti previsti dalla normativa, l’arma non verrà spedita e procederemo a rifondervi il prezzo di vendita pagato al momento dell’ordine.